Presa di distanza dalle dichiarazioni del Presidente dell’Ordine degli Psicologi del FVG rispetto a campagna vaccinale

Ci troviamo costretti a prendere immediatamente le distanze da quanto dichiarato dal Presidente dell’Ordine degli Psicologi del Friuli Venezia Giulia, Dott. Roberto Calvani, rilasciate su udinetoday.it (link dell’articolo https://www.udinetoday.it/scuola/ordine-psicologi-fvg-scuola-aperta-estate-18-maggio-2021.html).

Riportiamo di seguito uno stralcio dell’articolo:

“Fra le tematiche oggetto degli interventi degli esperti c’è inevitabilmente anche la sfida vaccinale (proprio in estate si aprirà la possibilità anche per gli adolescenti di aderire alla proposta di copertura vaccinale) con attività quindi di persuasione e di incentivo alla campagna in corso che potrebbe ricevere in Friuli-Venezia Giulia un’accelerata anche grazie al ruolo specifico che potranno esercitare gli psicologi chiamati ad operare nel Piano Estate Scuola. Con attività mirate – conclude il Presidente – potremmo contribuire a far raggiungere l’immunità di gregge in FVG e contrastare le fake news e le attività costanti dei movimenti no-vax”.

Consideriamo queste dichiarazioni lesive dell’immagine della nostra professione e deontologicamente aberranti.

Noi NON siamo chiamati ad attività di persuasione e convincimento delle persone.

Noi NON siamo chiamati ad attuare “opere mirate” per “contribuire a far raggiungere l’immunità di gregge”.

Noi NON siamo chiamati a “contrastare le fake news e le attività costanti dei movimenti no-vax”.

Noi NON siamo chiamati a nulla di tutto ciò, e non ci capacitiamo di come il Presidente di un Ordine Professionale possa permettersi di violare, così apertamente, quanto previsto dal nostro Codice Deontologico.

NOI CONOSCIAMO I NOSTRI DOVERI PROFESSIONALI:

Lo psicologo considera suo dovere accrescere le conoscenze sul comportamento umano ed utilizzarle per promuovere il benessere psicologico dell’individuo, del gruppo e della comunità.

In ogni ambito professionale opera per migliorare la capacità delle persone di comprendere se stessi e gli altri e di comportarsi in maniera consapevole, congrua e efficace.

Lo psicologo è consapevole della responsabilità sociale derivante dal fatto che, nell’esercizio professionale, può intervenire significativamente nella vita degli altri; pertanto, deve prestare particolare attenzione ai fattori personali, sociali, organizzativi, finanziari e politici, al fine di evitare l’uso non appropriato della sua influenza, e non utilizza indebitamente la fiducia e le eventuali situazioni di dipendenza dei committenti e degli utenti destinatari della sua prestazione professionale.

Lo psicologo è responsabile dei propri atti professionali e delle loro prevedibili dirette conseguenze” – art. 3 Codice Deontologico.

NOI SIAMO CHIAMATI ALLA TUTELA DELL’AUTODETERMINAZIONE DELL’INDIVIDUO E AL SUO RISPETTO:

Nell’esercizio della professione, lo psicologo rispetta la dignità, il diritto alla riservatezza, all’autodeterminazione e all’autonomia di coloro che si avvalgono delle sue prestazioni: ne rispetta opinioni e credenze, astenendosi dall’imporre il suo sistema di valori (…)” – art. 4 Codice Deontologico.

NOI SIAMO CHIAMATI A RIFIUTARCI DI COLLABORARE A INIZIATIVE CHE LEDANO TALI PRINCIPI:

Lo psicologo utilizza metodi e tecniche salvaguardando tali principi e rifiuta la sua collaborazione a iniziative lesive degli stessi” – art. 4 – Codice Deontologico

Tale condotta, come ben ricordato dalla Decisione del 13.1.2011 dell’Ordine degli Psicologi della Lombardia (confermata con provvedimento del Tribunale di Milano, Sez. V Civile, Sent. n. 2169/2012) “deve illuminare tutto l’operato dello psicologo, il quale deve prestare particolare attenzione al rischio, insito in una professione d’aiuto quale quella psicologica, di ergersi a giudice del destino altrui e lasciare che le proprie convinzioni ed i propri vissuti emotivi lo condizionino fino a spingerlo a decidere chi, come e “quanto” curare”.

Lo sgomento e l’incredulità di fronte alla lettura delle dichiarazioni rese dal collega sono indescrivibili.

Il presente comunicato è solo il primo passo, doveroso e imprescindibile.

Valuteremo la possibilità di procedere con segnalazioni ufficiali agli organi competenti.

4 pensieri riguardo “Presa di distanza dalle dichiarazioni del Presidente dell’Ordine degli Psicologi del FVG rispetto a campagna vaccinale

  1. Vi ringrazio.Non vi conosco e non sapevo delle esplicitazioni….Mi rendo sempre più conto di quanto sia necessario un costante e profondo lavoro sui noi stessi per mantenere i piedi per terra e rimanere SVEGLI in questo periodo…grazie ancora

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: